Da dicembre 2016 è partito il Progetto “Selfiemployment:
strumenti di supporto per il potenziamento
degli accessi” (finanziato a valere sul PON SPAO
2014-2020) attivo fino a dicembre 2018 e poi riconfermato.
Obiettivo del progetto è stato promuovere e
sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità dei
giovani NEET attraverso un’attività formativa, preparatoria
e di accompagnamento, finalizzata all’accesso
alla misura 7.2 del PON IOG – Fondo SELFIEmployment.
La rete degli Sportelli informativi territoriali
dell’ENM (nati dai due precedenti progetti) si è messa
al servizio della nascente iniziativa con lo scopo principale
di potenziare gli impatti del Fondo Rotativo.
Sono stati coinvolti tutti i 160 sportelli della rete a
fini informativi. Tra questi, oltre 60 selezionati dall’Ente
in base all’efficienza nell’attività di consulenza, sono
rientrati nel gruppo degli sportelli che possono fornire
assistenza intensiva in merito al Progetto “SELFIEmployment:
strumenti di supporto per il potenziamento
degli accessi”, per garantire un supporto operativo
dedicato ai giovani NEET della Garanzia Giovani
che intendono presentare le loro richieste di finanziamentoattraverso
il portale Invitalia.
Per l’anno 2017 si rilevano n. 165 sportelli “Retemicrocredito”
attivi presso Comuni, Centri per l’impiego,
Comunità montane, Università e Camere di Commercio
sull’intero territorio nazionale specializzati nell’accompagnamento
all’accesso agli strumenti per l’autoimpiego
e il microcredito sia a valere su misure nazionali
che locali, con 67 sportelli dedicati all’assistenza
intensiva sul Progetto SELFIEmployment.
Nel 2017 sono stati aperti n. 15 nuovi sportelli (di
contro diversi altri sportelli sono stati chiusi per
rilevata inattività)con 333 tra operatori e responsabili
di sportello impegnati nelle attività di gestione e divulgazione
delle iniziative dell’Ente.
Dal mese di gennaio sino a dicembre 2018 sono stati aperti n. 15 nuovi sportelli (di contro diversi altri
sportelli sono stati chiusi per rilevata inattività) e nel
mese di gennaio 2019 è stato firmato l’atto d’impegno
per l’apertura di uno nuovo sportello nella Regione
Lazio (quest’ultimo deve ancora fornirci i dati per la
produzione delle credenziali di accesso all’area operatori
della Piattaforma Retemicrocredito per cui non è
ancora operativo).
Al 31 gennaio 2019 la Rete degli Sportelli Unici
ENM risulta essere costituita da n.181 sportelli.


Il caso lombardo


Nata dal progetto “Microcredito e Servizi per il
Lavoro” nel 2012, la rete degli Sportelli Unici ENM
cresce in numero e qualità.
Nel 2018 sono stati aperti 15 nuovi sportelli e nel
mese di gennaio 2019 è stato firmato l’atto d’impegno
per l’apertura di uno nuovo sportello nella Regione
Lazio.
Non si tratta solo di un bel risultato, ma della fase
evolutiva di una rete che, attraverso il consolidamento
dell’Area Sportelli e Territorio ENM e dell’attuazione
della Nuova Programmazione Sportelli 2018-2019,
voluta e supervisionata dal Segretario Generale dell’Ente,
Avv. Riccardo Maria Graziano e dal Vice Segretario
Generale, Dott. Giovanni Nicola Pes, porterà gli
Sportelli Unici ENM a divenire punti informativi di
riferimento sempre più completi per tutte le iniziative
nazionali ed internazionali attive sul microcredito.
Un lavoro impegnativo che Roberto Marta, Responsabile
dell’Area Sportelli e Territorio, coordina attentamente
con la grinta di chi ci crede e vuole raggiungere
alti obiettivi.
Oggi sono 181 gli sportelli operativi sul territorio nazionale,
con altrettanti enti pubblici direttamente impegnati
nell’erogazione di questo prezioso servizio ai
cittadini presso le proprie sedi istituzionali e 18 le Regioni
italiane attualmente interessate dalla loro attività

(Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, le quattro regioni
Convergenza coinvolte sin dal 2012 con il progetto
Microcredito e Servizi per il Lavoro e Veneto, Lombardia,
Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana,
Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata,
le quattordici regioni che hanno aderito da dicembre
2014 al progetto Microwork: fare rete per il microcredito
e l’occupazione).
Uno dei casi più rilevanti dell’Italia Settentrionale è
quello della Regione Lombardia.
Negli ultimi anni infatti l’Ente Nazionale per il Microcredito
ha operato in ambito lombardo con una
serie di attività di relazione, divulgazione e promozione
territoriale attraverso il coinvolgimento dei dieci
sportelli Unici ENM ospitati presso Comuni (Treviglio
e Trescore Balneario nel Bergamasco, Carpenedolo in
provincia di Brescia, Crema in provincia di Cremona,
Cinisello Balsamo e Paderno Dugnano nel territorio
della Città Metropolitana di Milano, Vigevano in
provincia di Pavia, Vergiate in provincia di Varese) e
Camere di Commercio locali (CCIAA Monza e
Brianza, CCIAA di Mantova).
Queste attività hanno interessato principalmente il
progetto SELFIEmployment, progetto che finanzia
con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative
imprenditoriali, promosse da giovani NEET, cioè soggetti
tra i 18 e i 29 anni senza un lavoro, non
impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale
e iscritti al programma Garanzia Giovani,
indipendentemente dalla partecipazione al percorso
di accompagnamento finalizzato all’autoimprenditorialità
(misura 7.1 del PON IOG) ed il microcredito
imprenditoriale.
Alcune importanti attività riguardano il Comune di
Vigevano (PV) con la presentazione a carattere
nazionale del progetto SELFIEmployment, avvenuta
nel Maggio 2018 ed il Comune di Treviglio (BG) il
quale, attraverso lo “Sportello Unico ENM” aperto
presso la propria struttura comunale, ha brillantemente
sfruttato l’opportunità di offrire un’assistenza pubblica
gratuita, erogata in maniera organizzata sul territorio
di competenza, in grado di mettere in atto l’individuazione
e la presa in carico del soggetto richiedente
microcredito, fino alla scelta dello strumento più
adatto alle sue esigenze progettuali, sia per imprese in
essere che da avviare. In occasione dell’ultimo incontro
presenziato dal Dott. Roberto Marta e dall’agente
territoriale per la regione Lombardia, Dott. Marco
Rigucci infatti, l’assessore alle attività produttive del
Comune di Treviglio, Dott. Giuseppe Pezzoni, ha
sottolineato l’importanza per l’amministrazione comunale
di far fronte ai progetti di autoimprenditorialità
partendo dalla distanza del cittadino dal mercato del
lavoro, per procedere con la presa in carico e l’accompagnamento
durante il percorso progettuale, fino alla
presentazione della domanda di microcredito ed alla
sua erogazione, considerandolo come un servizio da
sviluppare ulteriormente nei prossimi due anni.
Dall’inizio del 2019, attraverso il continuo interfacciarsi
dell’Ente Nazionale per il Microcredito con gli Enti
Pubblici del territorio lombardo, si è constatato un
progressivo ampliamento del raggio d’azione degli
sportelli i quali, usufruendo di una posizione privilegiata
per l’individuazione dei progetti sul microcredito del
territorio di competenza, si sono evoluti andando ad
intercettare non solo i NEET destinatari del SELFIEmployment,
ma anche altre categorie di soggetti
diversamente bancabili e comunque destinatari di
microcredito.
L’Area Sportelli e Territorio sta dunque lavorando
con l’obiettivo di servire molti più comparti territoriali
ed intensificare il rapporto tra Ente Nazionale per il
Microcredito e gli Sportelli con l’auspicabile conseguenza
di rendere questi ultimi più preparati nella divulgazione
di tutte le opportunità offerte dai prodotti di finanza
etica dell’E.N.M.