GIOVANI IN MOVIMENTO

L' ITALIA É UN PAESE IN CRISI CHE NON INVESTE SULL' OCCUPAZIONE GIOVANILE. UN' ANALISI QUALUNQUISTA E FIN TROPPO SCONTATA CHE SOTTENDE PERÓ UNA REALTÀ DI FATTO CONFERMATA DALLE CIFRE DEI DATI DIFFUSI MENSILMENTE DALL'ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA.

Emma Evangelista | Direttore MicroFinanza

Il picco della curva, rigorosamente in discesa, non conforta e dimostra quanto sia necessario intervenire con strumenti idonei e risposte concrete al problema dell’occupazione e della produttività. Secondo i dati Istat il tasso di disoccupazione è pari al 12,3%, e i disoccupati tra i 15-24 anni sono 710 mila. L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all’11,9%. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 44,2%, in crescita di 1,0 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 3,6 punti nel confronto tendenziale. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni aumenta e il tasso di inattività, pari al 36,4%, cresce. Uno degli strumenti più idonei a sostenere la ripresa è sicuramente il microcredito e il sostegno dell’Unione europea e i programmi di progettazione e supporto alle politiche del lavoro giovanili ne sono la prova. Tra essi Youth on the Move, un vero e proprio inno alla capacità dei giovani d’Europa di fare. Quest’anno la manifestazione del programma è ospite della città di Napoli e in un turbinio di manifestazioni e workshop offrirà la possibilità di conoscere ed apprezzare gli strumenti a disposizione come l’ingegneria finanziaria legata alla microfinanza e al microcredito. Ma questo strumento è duttile tanto da essere indicato come il più idoneo a sostenere le politiche economiche dei paesi emergenti e per questo indicato dal Ministero degli Affari Esteri e dalla Cooperazione internazionale come utile alla promozione dello sviluppo e delle imprese locali. La via, naturalmente, nel nostro Paese è stata tracciata dall’Ente Nazionale per il Microcredito che ha partecipato anche alla stesura delle linee guida della nuova normativa sulla finanza etica promossa dalla task force per il G8.

Scarica PDF