CREDERE SEMPRE NELLE PROPRIE IDEE

Giorgia Burzachechi

“Il finanziamento del microcredito è stato provvidenziale, non mi aspettavo sarebbe arrivato in così poco tempo: grazie a questo contributo, il 14 luglio scorso, finalmente, abbiamo inaugurato”.

Dopo molte esperienze come sturtupper ha sentito la l’esigenza di fermarsi e di vedere non solo nascere, ma anche crescere la propria attività. Giampaolo De Titta ha iniziato a fare il parrucchiere in giovanissima età, ma ora con un team consolidato, composto da Daniela Rumori, moglie, compagna di vita e di lavoro, Emanuela De Titta, la giovane figlia intenta a ripercorrere i passi del papà e Giulia Sette, fedele collaboratrice, ha deciso esser giunto il momento di fermarsi. Così l’idea di aprire Hairspray Parrucchieri, nel cuore di Acilia, vivace borgata situata a metà strada tra la Capitale e il litorale romano. “Avevamo messo gli occhi su questo negozio da un bel po’” racconta Giampaolo, “ma siamo stati presi alla sprovvista, qui non c’era nulla, nemmeno l’agibilità e le pratiche burocratiche ci hanno costretti a stare fermi per molto tempo”. Per un imprenditore che decide di gettarsi in una nuova avventura, sono molti gli impegni, anche in termini economici, ed essere costretto anon poter praticare la propria professione è un problema che si aggiunge alla lista. Ma inaspettatamente è arrivato il finanziamento del microcredito.

La possibilità dell’accesso al finanziamento tramite Microcredito è stata proposta a Giampaolo direttamente dalla sua agenzia di BCC “Conosco i responsabili della banca da moltissimi anni, sapevano dei miei progetti imprenditoriali, è stato il direttore dell’agenzia di Acilia di BCC a propormi questa opportunità”, racconta il titolare di Hairspray Parrucchieri, “sono stato il primo nella mia banca, abbiamo scoperto il microcredito praticamente insieme. Ma nonostante la novità oltre che per me, per gli impiegati stessi, i referenti si sono resi subito molto disponibili”. Dopo il colloquio di valutazione del progetto, insieme allo staff dell’istituto finanziario, a Giampaolo è stato, come di consueto, assegnato un tutor che lo ha sostenuto nelle fasi di pianificazione “confesso che per me, che faccio l’imprenditore da anni e che sono abituato a seguire la mia contabilità, è stato abbastanza semplice pianificare il business plan”. Una volta consegnato il progetto, la famiglia (allargata) di Hairspray Parrucchieri, si è gettata nuovamente a capofitto nei lavori, quasi dimenticando della pratica consegnata. Poi, all’improvviso la comunicazione dalla banca: Hairspray Parrucchieri aveva ottenuto il massimo del finanziamento previsto, 35.000 euro. Un colpo di fortuna. Proprio quando i lavori per l’apertura stavano rallentando a causa degli imprevisti e delle spese correlate, il finanziamento ha garantito la fine dei lavori di ristrutturazione.

Il negozio tanto sognato oggi è in frenetica attività, spicca nella zona commerciale di Acilia e porta un tocco di colore con la sua orgogliosa insegna. All’interno tutto è arredato con cura e in ordine, lo stile è originale ma non impegnativo, trasmette agio e le clienti lo sentono. Si rilassano con un bel massaggio di Giulia, poi si lasciano nelle mani di Giampaolo e Daniela, mentre Emanuela controlla che tutto sia in ordine, scherzano con lo staff e si congedano soddisfatte. “

Il microcredito ha contribuito a far sì che tutto questo si realizzasse” continua Giampaolo “sono lieto che il direttore della mia banca me lo abbia proposto. Spero che altre persone possano cogliere quest’opportunità”.