UNA VITA PER LA COMUNITÀ INTERVISTA A GIOVANNI PELONGHINI PROFESSIONE ATTUATORE

Print Friendly, PDF & Email

Giovanni Pelonghini rappresenta uno dei tanti soggetti attuatori della misura 7.1, è quindi un formatore, attraverso la sua attività vengono diffusi i corsi per i giovani che vogliono imparare a creare un’attività di impresa.

Ci racconti della Sua attività per l'Ente Nazionale per il Microcredito e per la misura di Garanzia Giovani: come e quando ha iniziato a lavorare per l’Ente, di cosa si occupa, quali sono i progetti che ha in carico attualmente e, magari, brevemente anche quelli passati.

Il mio rapporto con L’Ente Nazionale per il Microcredito è iniziato più di due anni fa, alla fine del 2017. Il “gancio” è stato un Agente Territoriale dell’Ente con il quale sono venuto in contatto tramite un mio cliente che intendeva avviare una nuova attività imprenditoriale. Attualmente posso dire di avere in testa due cappelli, poiché sono sia tutor del microcredito imprenditoriale, ed è stato l’inizio del mio rapporto con l’Ente, che attuatore della misura 7.1 per i corsi di formazione per l’avvio di impresa “Yes I Start Up”, con la Società Genesis Srl. Quindi mi sono occupato di microcredito in qualità di tutor a favore di vari beneficiari, ed ho realizzato, al momento, una prima edizione di corso della misura “Yes I Start Up”, conclusasi, nella mia città di Pesaro nella primavera del 2019.

Secondo Lei, quali sono i punti di forza dei progetti Yes I Start Up e SELFIEmployment?

Ritengo molto valido il progetto Yes I Start Up, perché ha il pregio di abbinare un percorso di formazione e di cultura imprenditoriale con uno strumento di finanza agevolata per l’avvio di impresa come Selfiemployment. Svolgendo da diversi anni docenza, compreso l’ambito universitario, di materie economiche-finanziarie e di creazione di impresa ed autoimprenditorialità, ritengo estremamente importanti i percorsi formativi per far capire cosa significa, nei suoi vari aspetti, avviare e condurre una attività di impresa. Nei miei corsi faccio sempre la seguente comparazione: per diventare chirurgo occorrono almeno 12 anni di studio, per diventare imprenditore, almeno dal punto formale, occorrono un paio di giorni, quelli che servono per avere una partita iva e per registrarla alla Camera di Commercio. Ed in ciò credo che risieda la maggiore debolezza per coloro che si avvicinano ad un progetto imprenditoriale.

Il Suo territorio come risponde a questa tipologia di progetti?

Come libero professionista e come partner della Società Genesis Srl mi occupo da oltre 10 anni di formazione e consulenza alla creazione di impresa e all’autoimprenditorialità in un territorio, la Provincia di Pesaro e Urbino e più in generale la Regione Marche, a forte vocazione imprenditoriale e ad imprenditorialità diffusa. Quindi progetti come Yes I Start Up e SELFIEmployment potrebbero interessare tante persone, soprattutto in questo periodo storico di forte crisi dei classici meccanismi del mercato del lavoro dipendente. Purtroppo, queste iniziative peccano di supporto promozionale e comunicativo, poche persone ne sono a conoscenza. E il supporto promozionale e di conoscenza non sempre può essere svolto in modo ottimale dal singolo professionista. In altri termini, ci sarebbe un vasto terreno potenzialmente molto fertile che attende di essere meglio arato.

Il bilancio della Sua attività inerente ai progetti legati all’Ente può dirsi positivo o negativo?

Può dirsi positivo, ma sarebbe utile sviluppare di più questa attività per cogliere meglio le diverse opportunità che il mio territorio potrebbe offrire. Opportuno e auspicabile un maggior contatto e una maggiore presenza dell’Ente Nazionale per il Microcredito, sia con la struttura centrale che con le sue articolazioni territoriali.

Nel corso della Sua esperienza, ha visto avviare imprese e/o aziende che si sono consolidate?

Se sì, quale fra queste l’ha colpita e/o coinvolta, anche emotivamente, in maggior misura? Certo, diverse attività imprenditoriali sono state avviate, e poi si sono sviluppate, con i servizi formativi e consulenziali da me forniti. Tra le aziende che hanno spiccato il volo ricordo con piacere una attività di ortopedia e sanitaria, una attività di rivendita al dettaglio e all’ingrosso di frutta e verdura, una attività di noleggio mountain bike e organizzazione di escursioni turistiche in montagna, una attività di vendita al dettaglio di prodotti ittici e da ultimo, permettetemi di assecondare la mia passione per il gelato, un paio di gelaterie artigianali.

Print Friendly, PDF & Email
© 2019 Rivista Microfinanza. All Rights Reserved.