PROGETTO MICRO-WORK: LA RETE DEGLI SPORTELLI SUL TERRITORIO

Maria Rosaria Cozza

A conclusione di più di tre anni e mezzo di attività l’Ente restituisce al Paese una rete di 173 sportelli informativi su microcredito e Autoimpiego 1 ed una piattaforma informativa “retemicrocredito.it”, in grado di fornire puntuale informazione ai cittadini che vogliono avviare un’attività micro-imprenditoriale. E tutto questo grazie ai due progetti “Microcredito e Servizi per il Lavoro” e “Microwork” che hanno permesso a circa 117 amministrazioni coinvolte tra Comuni, Centri per l’impiego, Camere di commercio e Università, di avviare degli sportelli informativi sul microcredito e l’autoimpiego.

Un nuovo servizio del tutto diverso da quello fino a questo momento offerto. La sfida futura, quindi, a tre mesi dalla conclusione del progetto “Microwork”, sarà quella di garantire la sostenibilità del modello costruito finora e svolgere una capillare azione sul territorio per far sì che gli sportelli siano in grado di proseguire la loro attività di informazione, di aggiornamento e di accompagnamento ai principali programmi di microcredito regionale, nazionale e ai singoli programmi di sostegno dell’autoimpresa e dell’autoimpiego. A tale scopo si sta svolgendo un’attività di promozione e di verifica sul territorio attraverso una serie di sopralluoghi in diverse regioni d’Italia con l’obiettivo di rilevare l’operatività degli stessi sportelli. Attraverso questa attività è possibile monitorare l’attività degli enti coinvolti ed interloquire su problematiche inerenti l’erogazione delle consulenze agli utenti.

Ed i segnali di buona operatività ci sono, anche nelle regioni che sono entrate solo di recente nella rete microcredito come il Friuli, la Lombardia ed il Veneto. Inoltre, nei prossimi mesi, si prevede un’attività di animazione territoriale, costituita da una serie di eventi in alcune delle principali città d’Italia, che avrà l’obiettivo di consolidare i rapporti tra l’Ente e tutto il personale che opera presso gli sportelli, di creare accordi e di avviare intese utili con gli istituti bancari e le istituzioni locali/regionali che hanno competenza sui temi del microcredito e dell’autoimpiego. L’obiettivo futuro sarà quello di strutturare la rete e renderla operativa collegando efficacemente, tramite gli sportelli per il microcredito e l’autoimpiego, gli utenti di microcredito ai soggetti che erogano prestiti con i quali è in corso la stipula di protocolli di intesa e accordi di collaborazione. Una vasta azione di sensibilizzazione per potenziare gli strumenti di sviluppo economico sul territorio con la consapevolezza che il microcredito è al servizio dei più deboli.

1 Dato aggiornato Marzo 2016.

Scarica PDF