LE DONNE NEL CUORE

Marco Paoluzi | Funzionario staff di presidenza ENM

A partire dall’aprile del 2012, l’ENM iniziato un lavoro teso a individuare e superare i principali ostacoli che le donne incontrano per chiedere e ottenere credito e finanza per le loro microimprese. Il primo gradino è stato dunque quello di costruire un network di attenzione verso la tematica, grazie a un ciclo di incontri che ha visto la partecipazione di 25 rappresentanti dell’associazionismo femminile, da storiche sigle come l’UDI e il CIF, a quelle più recenti come SNOQ (Se non ora quando) a quelle di banche con finalità specifiche.

Il risultato di questo lavoro ha indicato inequivocabil- mente che ancora oggi le donne che intendono fare impresa si trovano di fronte ad ostacoli di varia natura ma principalmente riconducibili all’informazione, alla formazione e all’attivazione di prodotti di mitigazio- ne del rischio. Da qui è nato un piano di lavoro costituito da una cam- pagna d’informazione ed orientamento sul microcredi- to al femminile, denominata “Riparti da Te”, realizzata in partnership con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali unitamente alla realizzazione di un Progetto Pilota sulla Regione Lazio attraverso la costituzione di un fondo di garanzia a valere su risorse dell’ENM. Sul primo tema abbiamo realizzato una campagna istituzionale con il supporto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso un video informativo e di sensibilizzazione sulle reti RAI. Lo spot aveva l’obiettivo di far conoscere lo strumento del microcredito per creare impresa e occupazione basandosi sulle proprie conoscenze, attività, peculiarità e attivando dei prestiti che chiedono come garanzia una progettualità e non capitali. Il titolo della campagna per questo è stata denominata: “Riparti da te”.

La campagna, presentata presso la sala stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri insieme al Ministro Enrico Giovannini, proseguita sulla carta stampata e viral web, ha portato migliaia di cittadine a rivolgersi al nostro team, appositamente costituito presso l’Ente, per ricevere le informazioni necessarie per inoltrare la propria proposta progettuale alle istituzioni di microcredito attive nei propri territori d’appartenenza. Le indicazioni fornite sono rese disponibili grazie alla banca dati del “Progetto Monitoraggio” nato da un accordo tra la Direzione generale del Mercato del lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l'Ente Nazionale per il Microcredito che ha l'obiettivo generale di costruire un sistema di monitoraggio e valutazione dei programmi di microcredito in corso in Italia. Inoltre, stiamo ricevendo manifestazioni di interesse da diverse istituzioni finanziarie, dall’ABI e da altri Enti pubblici che chiedono di aderire al Progetto.

In considerazione necessità di rafforzare l’offerta di microcredito e microfinanza attualmente disponibile sul mercato, ulteriormente confermata dall’esito della campagna “Riparti da te” che ha suscitato ad oggi ol- tre 12.000 richieste di orientamento, l’ENM, ha forte- mente voluto la costituzione di un Fondo di garanzia e sviluppo mediante l’utilizzo di fondi propri, derivati dell’avanzo di amministrazione degli esercizi di bi- lancio 2011 e 2012, per la realizzazione del “Proget- to pilota Microcreditodonna”, che ha voluto favorire l’accesso al credito da parte di donne disoccupate o inoccupate, della Regione Lazio, che intendano avviare progetti di microimpresa o autoimpiego. Il Progetto Pilota è stato realizzato con il preciso in- tento di fornire a tutte le Amministrazioni Pubbliche, Private e del terzo settore, uno strumento finanziario che consenta loro di partecipare attivamente al fondo di garanzia ampliando, in tal modo, l’area territoriale di intervento. L’attività che ha portato al finanziamento 19 microim- prese femminili del Lazio, è stata successivamente fat- ta confluire un programma di finanziamento più grande attualmente in corso, dove con la partnership della BCC di Roma verranno finanziate circa 1500 imprese indi- pendentemente dal genere o dall’età del richiedente. L’esperienza acquisita nel corso del Progetto Microcre- dito Donna è stata comunque preziosa e ci ha indicato soprattutto che il microcredito al femminile ha delle peculiarità proprie che di esprimono soprattutto nel- la necessità di accompagnare le aspiranti imprenditrici nel percorso che precede il loro ingresso nel mercato. Accogliamo per questo con entusiasmo l’attività pro- mossa da Pangea Onlus, organizzazione di microfi- nanza tra le prime panorama italiano e desideriamo sostenere questa lodevole iniziativa offrendo a tutte le partecipanti che non si aggiudicheranno il finanzia- mento Pangea, l’opportunità di far valutare il loro pro- getto imprenditoriale per ottenere comunque le risor- se per finanziare le loro attività.

La scommessa vincente è sul microcredito al femminile

I dati del progetto Microcredito Donna e della campagna Riparti da Te hanno segnato il passo per avviare la riscossa in rosa.

Scarica PDF