SELFIEMPLOYMENTprogetto integrato per l’autoimprenditorialità. Strumenti di supporto per il potenziamento degli accessi al fondo

Print Friendly, PDF & Email

SELFIEMPLOYMENTprogetto integrato per l’autoimprenditorialità.

Strumenti di supporto per il potenziamento degli accessi al fondo

Dai primi mesi del 2017 oltre 60 sportelli informativi dell’ENM hanno assistito ed assistono i giovani NEET che vogliono fare impresa con “SELFIEmployment”.

Dal mese di Luglio 2018, oltre 300 soggetti pubblici e privati, accreditati dall’Ente Nazionale per il Microcredito, come soggetti attuatori, accompagnano con un’azione formativa di 80 ore, giovani NEET che vogliono fare impresa verso la definizione dell’idea d’impresa e la presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni previste dalla mis. 7.2 della Garanzia Giovani: SELFIEmployment.

L’INIZIATIVA

L’Ente Nazionale per il Microcredito, in accordo con ANPAL, a partire dal 2017 partecipa all’azione sull’autoimprenditorialità della Garanzia Giovani informando ed offrendo supporto ai giovani NEET con lo scopo di potenziare gli accessi al Fondo rotativo SELFIEmployment. Il progetto dell’ENM, finanziato a valere sul PON SPAO 2014-2020, ha sostenuto e sostiene a livello nazionale il fondo rotativo Selfiemployment, attraverso il supporto offerto dalla “Retemicrocredito”. Retemicrocredito che è un network di sportelli informativi, operativo presso Comuni, Camere di Commercio, CPI e Università, creato negli scorsi anni per promuovere e valorizzare il microcredito e le politiche sull’autoimpiego. L’iniziativa è stata promossa da ANPAL in stretta collaborazione con Invitalia e lo stesso ENM.

COSA È IL FONDO ROTATIVO “SELFIEMPLOYMENT”

Il Fondo SELFIEmployment promosso da ANPAL e gestito da Invitalia nell’ambito del Programma Garanzia Giovani finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali da parte di giovani NEET (che non studiano, non partecipano a corsi di formazione e non lavorano). Grazie a SELFIEmployment i giovani NEET possono sviluppare il proprio progetto d’impresa e avviare piccole iniziative imprenditoriali con dei finanziamenti agevolati nella forma del microcredito, del microcredito esteso e del piccolo prestito.

A chi si rivolge

Possono concorrere all’assegnazione dei finanziamenti agevolati del Fondo rotativo SELFIEmployment tutti i giovani NEET che, avendo una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità e la voglia di mettersi in gioco, siano altresì:

• giovani tra i 18 e 29 anni

• NEET (Not in Education, Employment or Training), cioè senza un lavoro e non impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale

• iscritti al programma Garanzia Giovani, indipendentemente dalla partecipazione al percorso di accompagnamento finalizzato all’autoimprenditorialità (misura 7.1 del PON IOG)

• residenti sul territorio nazionale;

Il ruolo degli sportelli informativi della retemicrocredito

Retemicrocredito in raccordo con Invitalia e ANPAL ha promosso un’intensa attività di animazione territoriale e di supporto per la compilazione della domanda di accesso ai contributi. Tale attività è stata realizzata presso gli sportelli della Retemicrocredito ed attraverso incontri mirati, workshop e seminari, nei diversi territori regionali. Obiettivo dell’animazione è stato quello di diffondere la conoscenza del Fondo rotativo SELFIEmployment presso i giovani NEET, informarli dell’esistenza degli Sportelli della retemicrocredito ed offrire un accompagnamento nel momento della presentazione della richiesta di finanziamento attraverso il portale web Invitalia. Rivolgendosi agli Sportelli della “retemicrocredito”, infatti, i giovani NEET sono stati supportati passo dopo passo nella predisposizione della domanda di finanziamento, a valere sul Fondo SELFIEmployment, e all’invio della stessa a Invitalia. L’assistenza è stata realizzata dal personale degli oltre 60 Sportelli della “retemicrocredito”, supportato a sua volta da un team di esperti dell’ENM responsabili a livello locale delle iniziative di diffusione e di promozione delle opportunità offerte dalle politiche attive nazionali in tema di auto impiego e autoimprenditorialità.

Come funziona

L’assistenza degli Sportelli ai giovani NEET ha previsto:

• Prima accoglienza e orientamento generale alla misura dell’auto-impiego e auto-imprenditorialità nell’ambito della Garanzia Giovani, con presentazione delle opportunità offerte dal Fondo rotativo SELFIEmployment e delle modalità di accesso alla misura: passaggio per la misura 7.1, o direttamente presentazione della domanda per l’accesso ai benefici della misura 7.2

• Descrizione delle caratteristiche del Fondo rotativo SELFIEmployment e dei requisiti obbligatori delle idee di impresa e dei business plan (secondo il modello previsto dal Fondo rotativo)

• Prenotazione di un appuntamento con un esperto/a dell’ENM presso lo Sportello

• Primo appuntamento per la presentazione del business plan e della documentazione predisposti dal giovane

• Secondo appuntamento per il caricamento della richiesta di finanziamento sul Portale di Invitalia

• Eventuale terzo appuntamento nel caso in cui il secondo non sia stato sufficiente a concludere l’iter di presentazione della richiesta di finanziamento online.

Gli esperti territoriali dell’Ente Nazionale per il Microcredito ed il personale degli Sportelli sono stati a disposizione dei giovani NEET per un’attività di affiancamento “responsabilizzante” al fine di favorire l’autonomia dei giovani aspiranti imprenditori nell’uso della modulistica, nella presentazione dell’idea imprenditoriale, nella gestione della pratica sul portale di Invitalia.

Sul portale dell’Ente Nazionale per il Microcredito sono riportate le informazioni degli oltre 60 Sportelli dove è possibile ricevere l’assistenza personalizzata alla presentazione della domanda, con l’indicazione dei recapiti degli uffici, degli orari di ricevimento, degli indirizzi email degli agenti territoriali dell’ENM che garantiscono l’assistenza ai giovani NEET nella presentazione della domanda.

A partire dal mese di luglio 2018, le attività dell’Ente Nazionale per il Microcredito, relativamente all’iniziativa SELFIEmployment, sono state integrate anche dalle attività del progetto Yes I Start Up. In particolare, sulla base di una espressa richiesta di ANPAL, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, nell’aprile del 2018 è nato il progetto YES I START UP, con lo scopo di creare un sistema di formazione strutturato e mirato, capillarmente diffuso su tutto il territorio nazionale per rafforzare le azioni finalizzate all’accompagnamento di giovani NEET verso le opportunità di finanza pubblica agevolata offerte dalla misura 7.2 della Garanzia Giovani “SELFIEmployment. Il progetto prevede la attuazione di percorsi formativi e di accompagnamento propedeutici all’accesso al finanziamento SELFIEmployment, attraverso i quali far aumentare in maniera significativa il numero e la qualità delle richieste di finanziamento presentate sul fondo SELFIEmployment dai giovani “NEET”.

L’attività formativa del progetto Yes I Start Up è coordinata dall’Ente Nazionale per il Microcredito e realizzata attraverso una rete partenariale pubblico/privata, costituita attraverso un Avviso pubblico gestito dall’ENM.

Nel corso di un biennio di attività, il progetto “SELFIEmployment: Strumenti di supporto per il potenziamento degli accessi al fondo” gestito dall’Ente Nazionale Microcredito ha messo in campo molteplici attività finalizzate a potenziare l’utilizzo del Fondo rotativo SELFIEmployment.

Tali attività sono riassumibili in:

• azioni finalizzate ad intercettare i NEET,

• iniziative e/o eventi di informazione e sensibilizzazione dei NEET,

• attività di supporto e consulenza erogate a singoli NEET.

1. Azioni finalizzate ad intercettare i NEET

L’attività di animazione territoriale svolta dagli sportelli della rete e dagli agenti impegnati dall’ENM sul territorio nazionale si è concretizzata con l’incontro sistematico di stakeholder e/o testimoni privilegiati in tema di orientamento verso l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità.

Le partnership più frequenti sono avvenute con i rappresentanti di Comuni, Camere di Commercio, Centri per l’impiego o Informagiovani, Associazioni di categoria, Università, Scuole Superiori, Enti privati accreditati che realizzano la Misura 7.1., ecc.

Tali incontri hanno avuto soprattutto lo scopo di “fare rete”, sensibilizzando e coinvolgendo istituzioni, enti ed organizzazioni nella promozione del Fondo SELFIEmployment, programmando eventi di comunicazione specificamente rivolti ai NEET, ovvero realizzando un proficuo raccordo con gli sportelli della Retemicrocredito, oppure identificando ulteriori interlocutori sul territorio interessati alla promozione dello strumento. È stata svolta una costante l’attività di animazione territoriale ad opera degli agenti territoriali impegnati dall’ENM in diverse regioni.

In particolare da gennaio 2017 a fine dicembre 2018 si contano complessivamente 297 azioni preliminari svolte sul territorio, incontrando stakeholder e/o testimoni privilegiati ovvero attivando enti ed istituzioni locali per intercettare NEET da sensibilizzare all’accesso a SELFIEmployment. Come mostra il grafico 1, il numero di tali attività si mostra in progressiva e sostenuta crescita nel biennio e con una sensibile crescita nell’ultimo semestre del 2018, dovuto per lo più all’avvio del progetto Yes I Start Up (realizzato dall’ENM in accordo con ANPAL) che ha generato una serie di iniziative di raccordo con i soggetti attuatori della Misura 7.1 accreditati dall’Ente Nazionale per il Microcredito per erogare la formazione prevista dalla mis. 7.1 nazionale della Garanzia Giovani.


Dal punto di vista geografico le attività finalizzate ad intercettare NEET si sono concretizzate come rappresentato nel grafico.

Per quanto riguarda poi la tipologia di soggetti coinvolti, cui gli agenti territoriali si sono rivolti al fine di intercettare NEET da informare, sensibilizzare ed eventualmente supportare per l’accesso al Fondo, si segnala che le interlocuzioni più frequenti sono avvenute con i rappresentanti di tre istituzioni: i Comuni

(59 azioni), le Camere di Commercio (52) e i Centri per l’impiego o Informagiovani (46). Va tuttavia rilevato che a partire da luglio 2018 cresce significativamente il raccordo con gli enti che realizzano la formazione all’autoimprenditorialità di cui alla Misura 7.1 (20 azioni).

2. Iniziative di informazione e sensibilizzazione NEET

Gli eventi attuati nel primo periodo di attività del progetto per informare e sensibilizzare i NEET, sono stati oltre 130. Le iniziative più frequenti sono state:

• Workshop e seminari, presso Università, Istituti di istruzione superiore, CCIAA, Comuni, CPI, Associazioni di categoria, Ordini professionali, ecc.;

• Incontri informativi, presso diversi Istituti di istruzione superiore e Comuni;

• Convegni, presso alcuni Comuni, Università, CCIAA, Istituti Superiori, Agenzie di Sviluppo Regionali, ecc.

Quasi la metà delle iniziative realizzate ha visto la compartecipazione di diverse istituzioni riunite insieme all’ENM e agli sportelli della Retemicrocredito per promuovere il Fondo SELFIEmployment; negli altri casi, soprattutto presso le scuole, i CPI e le CCIAA, si è trattato soprattutto di iniziative bilaterali promosse dagli agenti territoriali dell’ENM.

Gli incontri-eventi realizzati per intercettare i NEET potenzialmente interessati al fondo rotativo SELFIEmployment, hanno coinvolto un numero consistente di potenziali destinatari e più precisamente:

• 9.430 NEET invitati agli incontri-eventi;

• NEET partecipanti agli incontri-eventi;

• 1.743 NEET potenzialmente interessati ad utilizzare il Fondo SELFIEmployment.

A questi numeri vanno aggiunti circa 10mila NEET selezionati da alcuni CPI tra gli iscritti a Garanzia Giovani ancora in attesa di misure di politica attiva, i quali sono stati tutti informati e sensibilizzati attraverso l’invio di una mail inoltrata insieme a materiale di comunicazione su SELFIEmployment.

3. Attività di supporto e assistenza ai NEET per l’accesso a SELFIEmployment

L’accompagnamento, sia da parte degli agenti territoriali che degli operatori di sportello, nel percorso informativo e/o consulenziale per l’accesso al Fondo, a fine 2018 fa registrare oltre 2.100 NEET informati e/o assistiti per un potenziale accesso a SELFIEmployment, attraverso l’erogazione di informazioni di carattere generale sulla misura SELFIEmployment, di consulenza su vincoli e possibilità di accesso e di assistenza nella fase di predisposizione ed inoltro della domanda per l’accesso al Fondo. In base ai dati di monitoraggio ed in aggiornamento quotidiano le domande inoltrate ad Invitalia per l’accesso al Fondo, scaturite grazie all’intervento degli sportelli della Retemicrocredito e degli agenti territoriali, risultano oltre 400, mentre ulteriori 200 risultano a fine 2018 le domande in fase di presentazione e per l’invio di ulteriori 200 domande, al 31/12/2018, i giovani NEET sono in attesa della conclusione del percorso formativo di Yes I Start Up che stanno realizzato presso i soggetti attuatori nell’ambito della mis. 7.1 nazionale della Garanzia Giovani.

I Risultati nazionali di sELFIEmployment e scenari evolutivi

Il Ministero del Lavoro ed ANPAL hanno previsto lo sviluppo e la realizzazione della misura 7 “Sostegno all’autoimpiego ed all’autoimprenditorialità” della Garanzia Giovani a livello nazionale attraverso il coinvolgimento di una serie di soggetti istituzionali, in particolare:

• Invitalia (Soggetto gestore del fondo)

• Unioncamere (soggetto gestore della mis. 7.1 nazionale fino al 31/12/2017

• Ente Nazionale per il Microcredito (che ha realizzato in accordo ex art. 15 della Legge 241/1990, dapprima il progetto “SELFIEmployment: Strumenti di supporto per il potenziamento degli accessi al fondo” e successivamente il progetto Yes I Start Up per la gestione della mis. 7.1 nazionale a partire dal mese di aprile 2018).

I risultati raggiunti dal progetto SELFIEmployment a livello nazionale al 1º marzo 2019 (fonte dati Invitalia), sono di seguito riepilogati:

• 3.116 domande di finanziamento presentate da giovani NEET

• 106 milioni di euro di agevolazioni richieste

• 976 iniziative ammesse

• 33 milioni di euro di agevolazioni concesse


Per il prossimo futuro, ANPAL ha previsto, in accordo con l’Ente Nazionale Microcredito di dare attuazione ad una più vasta strategia al fine di promuovere le politiche sull’autoimprenditorialità attuando e valorizzando in maniera sinergica le opportunità offerte sia dal PON IOG che dal PON SPAO ampliando il target dei destinatari degli interventi per l’accompagnamento alla creazione d’impresa anche alle donne ed ai disoccupati di lunga durata, attraverso l’implementazione del modello formativo già testato con Yes I Start Up, aggiungendo quindi agli attuali destinatari della misura di politica attiva del lavoro, e cioè ai giovani NEET, anche le donne ed i disoccupati di lunga durata.

Link di interesse
http://www.garanziagiovani.gov.it/selfiemployment/Pagine/Selfie-employment.aspx http://selfiemployment.microcredito.gov.it/
https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/selfiemployment http://www.microcredito.gov.it/in-corso/yes-i-start-up.html
https://www.youtube.com/watch?v=P-sJkDLYq7Y

Print Friendly, PDF & Email