PRIMA IMPRESA: UN NUOVO MODO DI CONCEPIRE IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

Print Friendly, PDF & Email

PRIMA IMPRESA: UN NUOVO MODO DI CONCEPIRE IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

Premessa
La famiglia

• produce ricchezza,
- crea risparmio,
- sostiene l’economia quando questa è in crisi,
- assicura un’insostituibile funzione di supplenza nei confronti delle politiche pubbliche di welfare.

La famiglia
• fornisce servizi in termini di
- educazione,
- istruzione,
- formazione
- e assistenza.

La famiglia possiede propri requisiti caratteristici delle imprese in generale, come
• l’organizzazione,
- l’economicità e
- la professionalità.

Per questi motivi la famiglia può essere assimilata ad una impresa, anzi alla prima forma di impresa, e risulta quindi impossibile pensare a uno sviluppo economico stabile del Paese senza porre la famiglia al centro della politica economica.
Pertanto
Pertanto, le risposte possono essere individuate:
• Nel riconoscere la famiglia come soggetto economico e produttivo unitario e non come un mero
aggregato di individui.
• Nel definire una politica familiare in grado di favorire il ruolo di “cittadinanza attiva” svolto dalle
famiglie in termini di scelte economiche e come produttrici di capitale umano e sociale.
• O ancora, nel trovare una risposta alle esigenze di investimento della «famiglia prima impresa», ad
esempio nei settori dell’assistenza, dell’educazione, del trasporto, dell’abitazione, del risparmio energetico.
• E, infine, nel cambiare la vision della politica familiare: non solo politica di welfare ma vera e propria
politica di sviluppo economico. – policy familiare

Possibili interventi
Dunque, per portare avanti questo disegno, le azioni che l’Ente Nazionale per il Microcredito propone in
questa sede riguardano sia interventi di carattere finanziario che interventi di carattere fiscale.

La garanzia
• sarà diretta ed escutibile a prima richiesta,
• coprirà il 100% dell’ammontare di ciascun finanziamento erogato
• e avrà un effetto leva da concordare con gli istituti finanziatori immagine

Attività di fundraising

Elenco dei potenziali beneficiari

Requisiti basati, ad esempio, i sul reddito ISEE, ii sullo stato di disoccupazione, iii sulla precarietà abitativa. Schema L’ultimo intervento dal punto di vista finanziario riguarderà l’individuazione di indicatori in grado di misurare le ricadute socio-economiche degli interventi di “microcredito familiare” e del relativo fondo di garanzia. L’obiettivo di questa attività è di verificare l’utilità collettiva degli interventi realizzati, evidenziando l’uso responsabile delle risorse e valorizzando l’esercizio integrato delle responsabilità a servizio della crescita umana e sociale delle famiglie. Proposta di emendamento Dal punto di vista fiscale, il diritto italiano ignora sostanzialmente la famiglia come soggetto tributario: i coniugi sono, infatti, soggetti autonomi di imposta. Considerando, poi, che le detrazioni fiscali consentono solo alle famiglie più povere una crescente protezione del loro reddito all’aumentare del numero di figli, l’obiettivo che l’intervento si deve porre è di realizzare politiche per la famiglia quale “nuovo soggetto sociale ed economico”, così come è stato evidenziato dalla III Conferenza Nazionale sulla famiglia svoltasi a Roma il 28 e il 29 settembre 2017. L’intervento proposto dall’Ente prende quindi forma nella presentazione di una proposta di emendamento volta a:
• riconoscere alla famiglia una propria personalità giuridica ai fini fiscali, assoggettando all’imposta sul reddito delle persone fisiche il solo reddito netto disponibile, derivante dalla differenza tra le entrate e le uscite finanziarie;
• far confluire in un “fondo comune familiare” i redditi lordi derivanti da lavoro dipendente ed assimilati, percepiti dal nucleo familiare, con la deduzione di tutte le spese strettamente inerenti alla gestione corrente della famiglia, escluse quelle a carattere voluttuario o speculativo.
Reperimento delle risorse Le risorse destinate a finanziare gli interventi di carattere fiscale per la “Famiglia prima impresa” si possono individuare nell’ambito delle seguenti Missioni del bilancio dello Stato per il triennio 2018-2020:
• Missione numero 24 – Diritti sociali, politiche sociali e famiglia,
• Missione numero 25 – Politiche previdenziali,
• Missione numero 26 – Politiche per il lavoro,
• Missione numero 30 – Giovani e Sport.

Print Friendly, PDF & Email
© 2019 Rivista Microfinanza. All Rights Reserved.