A SCUOLA DI MICROFINANZA

Stefano Battaggia | Consulente in affari europei

Nel mondo accademico, un tema sempre attuale è quello dell’ alfabetizzazione finanziaria quale strumento di lotta contro l’indebitamento, effetto della povertà e causa di disperazione. Un tema meno dibattuto, ma non meno importante, è quello della formazione degli esperti in microfinanza, coloro destinati a lavorare nel mondo variegato della microfinanza.

La preparazione richiesta riflette la complessità che la materia stessa presenta. Infatti, la microfinanza include settori con approcci e strumenti di studio differenti: dalla tecnica bancaria alla finanza aziendale, dalla sociologia alla psicologia, dall’economia agraria al risk management. Si ritiene che un buon programma di studio debba contenere una simulazione della creazione di una impresa di microfinanza (IMF), dall’analisi del mercato ai bilanci prospettici.

Con un occhio al passato, l’offerta di formazione in microfinanza in Italia ha annoverato alcuni programmi che, cessata l’attività, hanno fatto comunque scuola. Fra questi, menzioniamo il corso post-laurea organizzato dal CIRIG (Centro Interdipartimentale per la Ricerca sociale e Intervento sui Gruppi), presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna. Il corso, coordinato dalla prof. Luisa Brunori, poneva l’accento sulle va- riabili psicologiche del prestito di gruppo nel modello Grameen. Non a caso la Fondazione Grameen Italia ha sede a Bologna, come anche il MIO (Microfinance International Obser- vatory). Nel 2014 la Fondazione ha pubblicato i risultati di una ricerca sul potenziale del microcredito e del Social Business in Italia in un volume intitolato “faremicrocredito.it” (Franco Angeli) e un testo dal titolo “The Other Side of the Coin: The Psychological Implications of Microcredit” una riflessione sul complesso rapporto tra psiche, relazioni sociali e modelli economici.

Dal 2002 al 2010 l’Università di Bergamo ha organizzato tramite il CCI - Centro di ricerca sulla cooperazione internazionale e in collaborazione col CIPSI (Coordi namento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale), il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione Dell’Amore di Milano, quattro edizioni di un Master in Microfinanza dedicato a laureati provenienti dai Paesi in via di sviluppo. L’organizzazione del corso ha beneficiato dell’ esperienza e della passione per la microfinanza (con particolari esperienze in Africa e nel Medio Oriente) della prof.ssa Laura Viganò.

L’offerta formativa si rinnova però continuamente: l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” organizza da quest’anno un master in Finan- za Etica e Microcredito. L’obiettivo del Master è fornire ai partecipanti strumenti di conoscenza, di management, organizzativi e operativi della finanza etica e del microcredito, oltre che di visione di gestione dei servizi, per operare efficacemente nell’ambito della microfinanza e del microcredito. Il corso è rivolto a soggetti inte- ressati a sviluppare una concreta professionalità nelle istituzioni e nelle imprese nel campo della finanza etica e del microcredito.

Sempreverde è il Boulder Microfinance Training (MFT), che si svolge da più di vent’anni a Torino. Il corso, che prevede un soggiorno estivo di tre settimane, mette assieme profes- sionisti da tutta la sfera della microfinanza: IMF, istituzioni ed enti pubblici, banche, organizzazioni umanitarie e di cooperazione allo sviluppo, università, ecc. Particolarmente interessante quindi è la possibilità di fare networking fra professionisti del settore. Il costo di partecipazione, piuttosto elevato, prevede normalmente una qualche forma di sponsorizzazione.

http://www.itcilo.org/en/community/news/boulder-microfinance-training-in-turin

In ambito europeo, spicca l’European Microfinance Programme (EMP), ospitato presso la moderna sede della Solvay Brussels School, la facoltà di Economia della Université Libre de Bruxelles. Il corpo insegnante proviene da tre diverse universi- tà (Université libre de Bruxelles; Université de Mons, Université Paris Dauphine) e da ONG partner quali ADA, BRS, CERISE, Positive Planet (già Planet Finance) e SOS Faim. Al master si accede tramite selezione dopo una laurea magistrale (300 CFU). Le lezioni del Master, che consta di 60 crediti formativi universitari (CFU), sono se- rali ed è previsto uno stage obbligatorio in un Paese in via di sviluppo della durata di due o tre mesi. La condizione di studente all’EMP permette di ottenere un forte sconto per la partecipazione alla European Microfinance Week, che si tiene in Lus- semburgo ogni autunno.

http://www.europeanmicrofinanceprogram.org/

La Universidad Autonoma de Madrid offre il Master internacional en microfinanza para el emprendimiento, già arrivato all’ottava edizione. Il master di 60 CFU viene impartito prevalentemente in inglese, e, in minor misura, in spagnolo. Il corso unisce una formazione teorica con un’ esperienza di stage di un minimo di 150 ore presso una istituzione del settore della microfinanza, sia in Spagna che all’estero.

http://www.mastermicrofinance.com/

La scozzese Glasgow Caledonian University (GCU) organizza nel 2016 un master innovativo chiamato ‘MSc Social Business and Microfinance’. Questo programma, il primo del suo genere in tutto il mondo, esplora l'imprenditorialità sociale, ponendo l’accento sulle questioni più scottanti per la società. La direzione del programma ritiene che esso o moduli all'interno di esso si rivolgano a imprenditori sociali esistenti e persone che lavorano per i governi, intermediari di investimenti sociali e le imprese sociali da tutti i Paesi.

http://www.gcu.ac.uk/study/postgraduate/courses/details/index.php/P02763-1FTA-1617/ Social%20Business%20and%20Microfinance

Per quanto riguarda i corsi in modalità e-learning segnaliamo tre offerte didattiche:

In Germania, la Frankfurt School of Finance & Management è specializzata in corsi online per ottenere i titoli di Certified Expert in Microfinance e Certified Expert in Microinsurance. Inoltre, in collaborazione con la Islamic Relief Academy, è stato recentemente attivato un corso in 'Islamic Microfinance'.

http://www.frankfurt-school.de/linked/en/courses/microfinance.html

Il Tokyo Development Learning Centre organizza annualmente un corso a distanza interattivo chiamato Microfinance Training of Trainers (MFTOT). Il corso è stato lanciato nel 2005 dall’ Asian Development Bank Institute (ADBI), dal World Bank Tokyo Development Learning Center (TDLC) e il United Nations Capital Development Fund (UNCDF).

http://www.jointokyo.org/

L’inglese Microfinance Association offre un percorso di studio a distanza in collaborazione con l’Università Guglielmo Marconi di Roma. La scuola si avvale della collaborazione dei proff. Mario La Torre e Gianfranco Vento.

http://www.microfinanceassociation.org/page.aspx?id=71&nId=154

Infine, segnaliamo una iniziativa, per così dire, pan-accademica. Lanciata nel 2009 da Positive Planet e dalla Freie Universität Berlin, col supporto dell’Unione Europea, University Meets Microfinance (UMM) è un'iniziativa che promuove la cooperazione tra università, studenti in Europa e gli operatori di microfinanza per contribuire all'innovazione della microfinanza e l'educazione allo sviluppo. UMM è attiva principalmente nei settori dell'istruzione microfinanza, la ricerca nella microfinanza, la capitalizzazione e diffusione delle informazioni, lo scambio professionale. Tutte le attività UMM (seminari, corsi in modalità e-learning e outline, training of trainers) sono svolte sotto l'ombrello della lussemburghese Piattaforma Europea di Microfinanza (e-MFP).

http://www.universitymeetsmicrofinance.eu/

Scarica PDF