Valeria Manzotti

Partner locale del progetto Employ è l’organizzazione non-proit Woda. Woda – Wolaita Development Association, è un’associazione non governativa, fondata negli anni ’50. La sua partecipazione in programmi di sviluppo integrato è diventata più attiva e rilevante a partire dal 2000. Woda conta più di 540.000 membri registrati, e la sua vision è la trasformazione della zona del Wolaita per far emergere la popolazione locale dalla presente condizione di arretratezza e povertà.

Per questo Woda lavora per lo sviluppo socio-economico del Wolaita, sollecitando risorse dalla comunità, dai membri associati, da organizzazioni governative e nongovernative, da sostenitori e altre fonti e coinvolgendo attivamente la comunità locale per dare avvio e contribuire a programmi di sviluppo basati sulla domanda. I valori che caratterizzano l’operato di Woda sono la trasparenza, eicacia ed eicienza, equità, inclusività e responsabilità.

I membri dell’associazione sono reclutati tra i cittadini del Wolaita e altre regioni dove persone originarie della zona si sono trasferite per cercare lavoro. La struttura governativa dell’organizzazione conta diversi livelli:

• L’Assemblea Generale comprende rappresentanti di amministrazioni a livello locale e distrettuale, e rappresentanti di dipartimenti zonali. Compito dell’Assemblea è quello di definire le linee guida e politiche generali di Woda, approvare i programmi e budget annuali, e intraprendere altre attività per favorire il raggiungimento degli obiettivi issati.

• Il Consiglio d’Amministrazione le cui responsabilità includono, a titolo esemplificativo, il monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione, il controllo delle donazioni e fondi affinchè vengano utilizzati in modo appropriato, la direzione del lavoro degli uffici locali e la collaborazione con organizzazioni governative e non-governative che lavorano nell’area.

• La sede centrale, situata nella città di Soddo, capoluogo del Wolaita, coordina il lavoro degli uffici locali, pianifica le attività e i budget, implementa le attività pianificate, e monitora e valuta i vari progetti e programmi.

• Gli uffici locali e associazioni di sviluppo dei villagi il cui compito principale sono attività per il coinvolgimento della comunità e la mobilitazione di risorse.

Per capire meglio quali sono i problemi che affliggono la zona del Wolaita e come Woda lavora per promuovere lo sviluppo socio-economico della popolazione locale, ho parlato con Ashenai Mathewos, Programme Operation Director di Woda. Ashenai ha illustrato quali sono i principali problemi presenti in questa zona e che costringono le popolazioni locali ad emigrare. Ci sono diversi fattori che influiscono, ma la principale causa è l’elevata densità di popolazione che contraddistingue queste aree. La popolazione continua a crescere e la superficie di terra che può essere coltivata è limitata, quindi non c’è abbastanza spazio e terra disponibile per gli agricoltori per aumentare la loro produttività. Inoltre anche altre opportunità di lavoro nella zona sono limitate e per queste ragioni le persone sono costrette ad emigrare.

Come spiegato da Ashenai, le persone che sono costrette ad abbandonare queste terre si dirigono verso le altre città Etiopi, come per esempio Sashemeni e Hawassa, la capitale della Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud, ma anche Addis Abeba. In Addis Abeba molti dei bambini e giovani che lavorano per strada, per esempio come pulisci scarpe, o che svolgono piccoli lavoretti sono in molti casi originari del Wolaita. Molti però sono costretti ad emigrare verso altri paesi. Attraverso Sudan e poi Libia, si dirigono verso i Paesi Europei, tra cui l’Italia. Entrando nello speciico delle operazioni di Woda, Ashenai spiega come Woda interviene per favorire lo sviluppo integrato di queste zone. Le attività di Woda possono essere categorizzate in tre prinicipali aree d’intervento: sviluppo del capitale umano, sicurezza e sostenibilità dei mezzi di sostentamento, e servizi sanitari integrati.

All’interno delle diverse aree tematiche Woda realizza numerosi progetti, finanziati da varie organizzazioni. Entrando più nello specifico Ashenai spiega come l’organizzazione lavora spesso in collaborazione con partner internazionali, per esempio in ambito sanitario stanno lavorando ad un progetto in partnership con l’organizzazione italiana CBM, e con USAID per un altro progetto sanitario su informazione e comunicazione sanitaria. In Etiopia e in Wolaita infatti l’accesso ai servizi sanitari è garantito dal Governo, ma spesso le persone non sono a conoscenza di questa possibilità e non ne usufruiscono. Per esempio molte donne partoriscono ancora a casa con i notevoli rischi che queste pratiche comportano. Lo scopo del progetto è quindi quello di informare e creare consapevolezza nelle comunità in modo che possano sfruttare i servizi sanitari offerti.

Nell’ambito dello sviluppo del capitale umano, Ashenai racconta che Woda ha contribuito notevolmente favorendo l’accesso all’educazione in particolare per studenti 72 orfani o provenienti da famiglie in condizione di povertà attraverso la costruzione di numerose scuole in diverse aree, fornendo inoltre materiale didattico alle scuole e migliorando la qualità dell’istruzione grazie ad attività di capacity building. Woda inoltre supporta l’istruzione degli studenti più economicamente svantaggiati, nelle scuole locali, nelle Università o nei centri di formazione professionale. Inoltre, con il Partner Plan International stanno realizzando un progetto nell’ambito dell’istruzione per i bambini nelle fasce d’età pre-scuola. All’interno dell’area d’intervento dedicata alla sicurezza e sostenibilità dei mezzi di sostentamento, Woda ha costruito diversi centri per la produzione di sementi e la distribuzione agli agricoltori. L’organizzazione si occupa inoltre della riabilitazione dei terreni degradati e della gestione delle risorse naturali.

Uno dei centri per la produzione di sementi costruito da Woda si trova nel distretto di Humbo, e le attività realizzate all’interno del centro includono apicoltura, produzione ortofrutticola, produzione di biogas, nonché training e dimostrazioni agricole per soddisfare la domanda di formazione da parte degli agricoltori. Un altro progetto in ambito agricolo, realizzato in collaborazione con Farm Concern International, un’organizzazione del Kenya, ha come obiettivo la commercializzazione della patata dolce tra le comunità rurali. Nello specifico il progetto si prefigge di promuovere la coltivazione della patata dolce in interi villaggi, fornendo sostegno agli agricoltori per aumentare la produttività.

Al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato, sono stati distribuiti agli agricoltori i semi delle qualità migliori e sono stati forniti corsi di formazione e supporto durante la coltivazione. Inoltre Woda ha fornito assistenza agli agricoltori nella creazione di network con acquirenti e consumatori per facilitarne l’accesso al mercato. Attraverso queste e tante altre iniziative, conclude Ashenai, Woda si impegna a combattere l’arretratezza e povertà che affligge la zona del Wolaita per promuovere uno sviluppo sostenibile ed integrato che permetta alla comunità locale di vivere dignitosamente nelle loro terre.

Come Woda ci sono tante altre organizzazioni locali nei Paesi d’origine degli immigrati che lavorano intensamente per migliorare le condizioni socio-economiche delle comunità che servono, e promuovere lo sviluppo sostenibile dei rispettivi Paesi. È quindi importante conoscere queste realtà per poter collaborare e supportare i loro sforzi, al fine di combattere insieme le cause che costringono le popolazioni più vulnerabili ad abbandonare le loro terre ed emigrare verso Paesi stranieri che non sempre sono pronti ad accoglierli propriamente.