DALL’IDEA ALL’IMPRESA. COSA REALIZZA L’ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO

Print Friendly, PDF & Email

ALESSANDRA PEPE

L’Ente nazionale per il Microcredito [EnM], ente pubblico non economico che esercita importanti funzioni in materia di microcredito e microfinanza, offre ai cittadini in difficoltà economica e privi di garanzia patrimoniale, gli strumenti e la formazione per sviluppare un’attività di impresa e un progetto di lavoro. il Microcredito, infatti, è una forma di finanziamento assistito che consente l’accesso al credito a chi ha difficoltà a rivolgersi alle normali istituzioni finanziarie, non potendo fornire le garanzie richieste. non si tratta semplicemente di un prestito di piccolo importo, ma di un’offerta integrata di servizi finanziari e non finanziari. ciò che contraddistingue il microcredito dal credito ordinario è l’attenzione alla persona, che si traduce con l’accoglienza, l’ascolto e il sostegno ai beneficiari dalla fase pre-erogazione a quella post-erogazione, nonché la particolare attenzione prestata alla validità e alla sostenibilità del progetto.

enm: dal 2011 agenZia pubblica con obiettivi globali

La struttura dell’Ente nazionale per il Microcredito si fonda principalmente su tre pilastri:

• il pilastro finanziario;

• il pilastro tecnico;

• il pilastro promozionale.

il pilastro finanziario facilita l’accesso al finanziamento attraverso diverse soluzioni:

• microcredito

• microleasing

• microassicurazione

• housing microfinance

• strumenti pay-by-results

• altri strumenti finanziari, come ad esempio il crowdsourcing e il social prestito.

il pilastro tecnico si occupa di:

• promuovere, indirizzare, agevolare, valutare e monitorare gli strumenti microfinanziari promossi dall’Unione Europea;

• monitorare e valutare le iniziative italiane di microfinanza;

• supportare la definizione della struttura legislativa;

• gestire il registro nazionale dei BDS

• Business Development Services

• (tutor) - dare supporto tecnico agli stakeholder della microfinanza (Pa, organizzazioni non profit e settore privato) per rafforzare la loro capacità e stimolare lo sviluppo del settore; - realizzare progetti; - Ta a governi stranieri; - strumenti finanziari r&D.

il pilastro promozionale esercita funzioni:

• promozione dei PPPs per i progetti di innovazione sociale;

• promozione della cultura imprenditoriale e dell’offerta di educazione finanziaria;

• realizzazione della rete ‘one-stop-shop’ per la fornitura di sportelli e servizi onnicomprensivi in materia di occupazione, formazione e politiche sociali (oltre 200 aperture);

• costituzione di gruppi, creazione di reti e jointventures (JVs) tra gli operatori di microfinanza;

• convenzioni, come ad esempio la promozione del forum UE della microfinanza;

• organizzare e promuovere workshop e seminari.

OBIETTIVI

Strumenti di promozione finanziaria innovativi Supporto sociale e inclusione finanziaria rafforzare la capacità degli Stakeholder della microfinanza Mainstream all’educazione finanziaria

strumenti di finanza etica

SOCIAL IMPACT BONDS

PRESTITO SOCIALE

CROWDFUNDING

strumenti di microfinanza

MICRO-RISPARMIO

HOUSING MICROFINANCE

MICROASSICURAZIONE

MICROLEASING

MICROCREDITO

L’IMPATTO DEL LAVORO DELL’ENM SULLE DIVERSE AREE TEMATICHE

settori chiave

INCLUSIONE SOCIALE E EMPOWERMENT

IMPRESE SOCIALI

SOCIAL HOUSING

COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO

STARTUPS INNOVATIVE

CULTURA E CREATIVITA’

COESIONE POLITICA

GREEN ECONOMY

SVILUPPO RURALE

PESCA & ECONOMIA BLU

E QUADRI LEGISLATIVI

INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL MICRO-SMES

MICRO S SPORT

ARTIGIANATO

OBIETTIVI CHIAVE

MIGRANTI

DONNE

LICENZIATI IN CERCA DI LAVORO

FAMIGLIE

MICRO IMPRESE

NEETS

GIOVANI IMPRENDITORI ALTAMENTE QUALIFICATI

PERSONE SOCIALMENTE E FINANZIARIAMENTE

ESCLUSE

I PROGETTI ATTIVI DELL’ENM

Per i giovani con idee meritevoli, ma privi di mezzi economici per metterle in pratica, per le donne che vogliano creare una propria impresa, per gli adulti e i disoccupati di lunga durata, interessati ad avviare una propria attività, per gli immigrati che hanno bisogno di formazione e accompagnamento all’autoimprenditorialità, l’Ente nazionale per il Microcredito, ha attivato i seguenti progetti: YES I START UP, YES I START UP calabria, SELFIEmployment, f.a.S.i., rete Sportelli AMICI, Microcredito RURALE.

YES I START UP Percorso formativo e di accompagnamento personalizzato, per i giovani nEET regi - strati al Programma Garanzia Giovani, L’obiettivo è promuovere e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità dei giovani, affinché possano acquisire le conoscenze di base per la creazione e la gestione di un’attività imprenditoriale e, in particolare, siano in grado di sviluppare una corretta redazione del business plan, strumento fondamentale per la successi - va presentazione della domanda di finanziamento.

YES I START UP calabria attività di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo start up di impresa” del Pon ioG- dotazione regione calabria. il progetto è finalizzato alla realizzazione di percorsi formativi e di accompagnamento personalizzato, per fornire ai nEET registrati al Programma Garanzia Giovani le competenze necessarie all’avvio e alla gestione della loro impresa, formalizzandola in un business plan, strumento fondamentale per la presentazione della do - manda di finanziamento.

SELFIEmployment opportunità per i giovani per sviluppare di idee di business e iniziative imprenditoriali. il progetto si rivolge ai cittadini italiani tra 18 e 29 anni, che non lavorano e non frequentano corsi di formazione professionale, iscritti al programma Garanzia Giovani, con forte attitudine al lavoro autonomo. L’obiettivo è avviare le iniziative imprenditoriali promosse da giovani nEET, attraverso la concessione di prestiti a tasso zero: microcredito, da 5.000 a 25.000 euro; microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro; piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro.

F.A.S.I. . formazione per l’autoimprenditoria e start up rivolto a immigrati regolari. il progetto consiste nella realizzazione di percorsi formativi e il sostegno all’auto-imprenditoria, per gli immigrati regolari, con particolare riferimento ai titolari di protezione internazionale, presenti nelle regioni Basilicata, campania, calabria, Puglia e Sicilia.

rete sportelli AMICI Percorso integrato di formazione di “capacity building” e riorganizzazione in rete degli sportelli e della modalità di offerta dei servizi, per i cittadini dei Paesi terzi regolarmente residenti in italia. il progetto intende rafforzare le competenze e la capacità organizzativa dei soggetti pubblici, dei docenti e del personale coinvolto, con l’obiettivo di qualificare ed arricchire la gamma dei servizi offerti dagli “sportelli rete-microcredito”, con servizi sociali di comuni e aSL, lavorativi dei centri per l’impiego, finanziari, imprenditoriali delle camere di commercio di formazione linguistica, culturale, socio-economica e dei cPia, anche per l’esercizio della cittadinanza.

microcredito RURALE opportunità per gli imprenditori che intendono avviare o potenziare un’attività di microimpresa o di lavoro autonomo e/o che non dispongono di sufficienti garanzie per accedere al credito bancario tradizionale. non si tratta di un prestito di piccolo importo, ma di un’offerta integrata di servizi finanziari e non finanziari. ciò che contraddistingue il microcredito dal credito ordinario è l’attenzione alla persona, che si traduce con l’accoglienza, l’ascolto e il sostegno ai beneficiari dalla fase pre-erogazione a quella post-erogazione, nonché la particolare attenzione prestata alla validità e alla sostenibilità del progetto.

PROGETTO MICROCREDITO ROMA CAPITALE Roma capitale e l’Ente nazionale per il Microcredito hanno realizzato un progetto di promozione del microcredito a sostegno dell’avvio o dello sviluppo di micro imprese e per le persone in situazione di fragilità e temporanea difficoltà economica o sociale. in particolare: - Microcredito imprenditoriale ordinario per lavoratori autonomi, imprese individuali, s.r.l. semplificate e cooperative; - Microcredito imprenditoriale roma capitale per lavoratori autonomi, imprese individuali, srl semplificate e cooperative; - Microcredito sociale per le persone in condizione di temporanea difficoltà economica. nome dello sportello: Sportello Territoriale per il Microcredito di roma capitale. orario di apertura in modalità telefonica: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

APPROFONDIMENTO

Microcredito imprenditoriale Roma Capitale Soggetti beneficiari (dedicato a professionisti e imprese che non hanno i requisiti di eleggibilità al fondo ordinario PMi) - residenti nel territorio di roma; - lavoratori autonomi; - le persone fisiche non sono ammissibili; - imprese individuali o società di persone; - società tra professionisti, s.r.l. semplificate e società cooperative; finalità: Le spese ammissibili possono essere ad esempio: - acquisto di beni o servizi connessi all’attività; - retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori; - corsi di formazione aziendale; - leasing dedicati all’acquisto di beni strumentali nuovi o usati. microcredito sociale Soggetti beneficiari - privati e famiglie, residenti nel territorio di roma, che si trovano in temporanea condizione di difficoltà economica o sociale. finalità i finanziamenti sono destinati all’acquisto di beni o servizi necessari al soddisfacimento di bisogni primari del richiedente o di un membro del proprio nucleo familiare, come ad esempio: - pagamento spese per l’abitazione principale (canoni insoluti, pagamento utenze domestiche, ristrutturazione straordinaria, riqualificazione energetica, ecc.); - spese straordinarie per esigenze familiari; - spese mediche; - spese per l’istruzione e la formazione. requisiti il microcredito verrà concesso valutando la situazione economica personale e familiare del richiedente.

L’ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO PROMUOVE IL MICROCREDITO PER LE IMPRESE

Soggetti beneficiari

Lavoratori autonomi titolari di partita iVa da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti; - imprese individuali titolari di partita iVa da non più di 5 anni e con massimo cinque dipendenti; - società di persone, società tra professionisti, srl semplificate, società cooperative, titolari di partita iVa da non più di 5 anni e con massimo 10 dipendenti. Finalitá acquisto di beni o servizi connessi all’attività; - pagamento di retribuzioni ai nuovi dipendenti o ai soci lavoratori; - sostenimento dei costi per la formazione aziendale. caratteristiche Durata massima 84 mesi, incluso un eventuale periodo di preammortamento; - importo max € 40.000,00, che possono diventare € 50.000,00 se le ultime 6 rate pregresse sono state pagate in maniera puntuale e se lo sviluppo del progetto finanziato risulta in linea con il raggiungimento dei risultati previsti; - garanzia pubblica del fondo di garanzia per le PMi (80% dell’importo finanziato); - la Banca potrà richiedere ulteriori garanzie personali (non reali) solo relativamente alla parte non coperta dalla garanzia pubblica*; - la richiesta di accesso al microcredito è totalmente gratuita fino all’atto di erogazione del finanziamento*; - successivamente, laddove previsto dalla convenzione con l’istituto bancario, l’importo relativo all’1% (uno percento) della somma erogata verrà trattenuto dalla banca, all’atto dell’erogazione e trasferito al tutor incaricato dei servizi ausiliari (condizioni previste dalle banche convenzionate con l’Ente nazionale per il Microcredito).

Condizioni di accesso

• Le imprese devono aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la richiesta di finanziamento o dall’inizio dell’attività, se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di massimo 300.000 euro, ricavi lordi fino a 200.000 euro e livello di indebitamento non superiore a 100.000 euro;

• i professionisti e le imprese devono operare nei settori ammissibili in base alle Disposizioni operative del fondo; - le persone fisiche non sono ammissibili alla garanzia del fondo.

Iter

1. il soggetto interessato effettua la richiesta di microcredito direttamente in una delle filiali delle banche convenzionate con l’EnM;

2. l’operatore dello sportello effettua i controlli relativi alle caratteristiche del soggetto richiedente ed alle finalità del finanziamento. in caso di esito positivo, l’operatore provvede ad inoltrare all’Ente nazionale per il Microcredito la richiesta di tutoraggio;

3. il tutor del Microcredito contatta il cliente per definire un primo incontro;

4. il Tutor del Microcredito comunica alla Banca il risultato dell’istruttoria di Microcredito;

5. l’operatore di sportello comunica l’erogazione o la mancata concessione del finanziamento;

6. il tutor continuerà ad assistere il cliente nel corso del periodo di ammortamento.

Checklist documentale

Per imprese e professionisti:

• documento d’identità*;

• codice fiscale*;

• copia della visura camerale della ditta e/o società

• copia del modello di attribuzione della partita iVa*;

• numero dell’iscrizione all’ordine professionale*;

• situazione economico/patrimoniale a data recente*;

• copia delle ultime 3 dichiarazioni dei redditi personali dell’amministratore e dei soci collegati estremi della presentazione**;

• eventuali attestazioni professionali connesse alla realizzazione del progetto;

• lettera di intenti per l’utilizzo e/o locazione eventuale sito operativo;

• copia dell’eventuale contratto di franchising da sottoscrivere per l’avvio del progetto;

• preventivi per l’acquisto delle attrezzature;

• preventivi di eventuali lavori strutturali nei locali opzionati, quali siti operativi;

• preventivi per eventuali spese per l’avvio del progetto (pubblicità in genere);

• preventivi per le eventuali necessarie coperture assicurative di persone e locali;

• preventivi per l’acquisto di materie prime;

• fatture quietanzate, da non più di 6 mesi dalla data della richiesta di microcredito, di merci già in possesso.

SPORTELLO TERRITORIALE DEL MICROCREDITO

L’Ente nazionale per il Microcredito si dirama sul territorio italiano attraverso la rete Sportelli Territoriali del Microcredito. Gli sportelli sono presenti presso sedi di comuni, Province, regioni, comunità Montane, camere di commercio, Università pubbliche e centri per l’impiego. attraverso la rete degli sportelli, l’Ente nazionale per il Microcredito punta ad essere vicino al cittadino, nel suo ambiente familiare, per supportarlo su tutte le iniziative di autoimpiego e creazione di nuove aziende volte allo sviluppo economico e sociale del territorio. La mission degli Sportelli Territoriali del Microcredito è fornire a tutti i residenti in italia le informazioni dettagliate sulle iniziative di microcredito ed autoimpiego, attive sia a livello nazionale che regionale e locale. Presso gli Sportelli Territoriali del Microcredito gli utenti possono essere orientati verso l’accesso ai finanziamenti con il percorso di assistenza e tutoraggio secondo il modello sviluppato dall’EnM e previsti per legge (es. i servizi ausiliari). Possono inoltre ricevere informazioni e assistenza sui prodotti microfinanziari più recenti e confacenti alle necessità del soggetto valutando diverse opportunità legate al mondo e agli strumenti microfinanziari. Tutto ciò con l’obiettivo di favorire l’inclusione e l’accesso al credito per la creazione di impresa attraverso la promozione degli strumenti di microfinanza, assistenza tecnica, ricerca, formazione e la diffusione di buone pratiche. Sul sito sportelli.microcredito.gov.it puoi trovare lo sportello territoriale Microcredito più vicino a te ed entrare in contatto con tutti i servizi dell’Ente.

Per conoscere le banche convenzionate con l’ente nazionale per il Microcredito consultare il sito internet: microcredito.gov.it

Print Friendly, PDF & Email
© 2019 Rivista Microfinanza. All Rights Reserved.