UNA RETE IN COSTANTE CRESCITA

Print Friendly, PDF & Email

UNA RETE IN COSTANTE CRESCITA

Roberto Marta

Coordinatore Area Sportelli e Territorio ENM

Abstract

La Retemicrocredito, composta da Enti pubblici e privati, CPI, Università e CCIAA, promuove le politiche attive del lavoro per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità. Attraverso l’attività informativa degli Sportelli, presenti sull’intero territorio nazionale, i cittadini possono essere orientati verso la misura di microcredito più confacente alle loro esigenze. È per questo che gli Operatori devono essere costantemente formati e aggiornati su tutte le iniziative e i progetti attivi. In questo articolo, il focus principale sarà sullo Sportello di Roma Capitale situato in Via Goito 35, il quale rappresenta il principale punto di incontro tra l’ENM e i cittadini romani.

KEY WORDS: RETEMICROCREDITO/ FORMAZIONE/ SPORTELLO/ ROMA

Sommario

  1. L’economia sociale nel contesto europeo
  2. La formazione degli Operatori di Sportello
  3. Nuovi Sportelli di microcredito in apertura

3.1 Lo Sportello Roma Capitale di Via Goito

  1. La Retemicrocredito

L’Ente Nazionale per il Microcredito persegue l’obiettivo di favorire l’accesso al credito delle microimprese e delle categorie sociali maggiormente svantaggiate, attraverso la promozione degli strumenti di microfinanza, l’assistenza tecnica, la ricerca, la formazione e la diffusione di buone pratiche. Per realizzare questa mission l’Ente si avvale della Retemicrocredito, una rete di attori del mercato del lavoro che focalizza l’attenzione sulle politiche attive del lavoro per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità. Tale Rete è composta da Enti pubblici e privati, Centri per l’Impiego, Università e Camere di Commercio; si compone, inoltre, degli Agenti Territoriali e dei Soggetti Attuatori (enti di formazione, professionisti, associazioni di categoria), presenti sull’intero territorio nazionale.

La Retemicrocredito è stata sperimentata con gli Sportelli Territoriali di microcredito, attraverso cui è stata dimostrata la fungibilità del modello e la sua adattabilità quale strumento a disposizione della Pubblica Amministrazione a supporto delle politiche sull’autoimpiego in senso ampio.

L’attività degli Sportelli è in grado di garantire:

l’impiego di personale altamente formato dall’Ente Nazionale per il Microcredito;

il supporto di un’Agente Territoriale dell’ENM che agisce sul Territorio per costruire reti di collaborazione con gli Enti locali;

l’utilizzo di un sistema informativo di supporto per veicolare le informazioni in maniera standardizzata e garantire un monitoraggio puntuale sull’azione del singolo Sportello.

Gli Sportelli sono coadiuvati dagli Agenti Territoriali, selezionati dall’ENM con apposito avviso pubblico, i quali svolgono prevalentemente azioni informative verso i cittadini e attività di accompagnamento per agevolare gli utenti nella presentazione delle domande di finanziamento.

Anche i Soggetti Attuatori sono parte attiva della Rete. Si tratta di soggetti pubblici e privati specializzati nell’attività formativa e nell’accompagnamento dei soggetti target al progetto Yes I Start Up.

È importante sottolineare che la Retemicrocredito rappresenta il punto di incontro primario tra i cittadini e l’Ente Nazionale per il Microcredito.

  1. La formazione degli Operatori di Sportello

All’interno della Retemicrocredito, il ruolo più importante è svolto dagli Operatori di Sportello, i quali si occupano di orientare e indirizzare gli utenti verso la misura di microcredito più confacente alle loro esigenze. È, dunque, di grande importanza che gli Operatori di Sportello siano costantemente formati e aggiornati su tutte le iniziative e i progetti per l’autoimpiego e la creazione di nuove aziende promosse dall’ENM.

L’Area Sportelli e Territorio, a tal proposito, organizza periodicamente delle sessioni formative, attraverso cui mantiene aperta la possibilità di interagire con gli stessi Operatori (oltre che fornire costante supporto telefonico).

La formazione degli Sportelli di nuova apertura è organizzata dallo stesso Ente per fornire agli operatori tutte le informazioni necessarie per conoscere l’Ente Nazionale per il Microcredito e il suo modello di gestione; vengono altresì fornite tutte le caratteristiche relative al microcredito ordinario e ai progetti dell’Ente attivi a livello nazionale (come Yes I Start Up, il Progetto integrato SELFIEmployment e il progetto Rete Sportelli Amici).

L’ENM, inoltre, mette a disposizione dei suoi Sportelli un’apposita piattaforma da utilizzare per registrare le consulenze effettuate e per avere un supporto tecnologico nell’effettuazione della consulenza.

La formazione non si ferma ad una mera condivisione di informazioni andando oltre l’approccio teorico. È, infatti, necessario trasmettere agli Operatori l’importanza della loro attività informativa, in quanto è indispensabile instaurare vere e proprie relazioni di fiducia con gli utenti dimostrando, allo stesso tempo, comprensione ed empatia.

Complessivamente, le sessioni di aggiornamento risultano essere il modo più diretto di interagire con gli Sportelli, permettendo un confronto immediato e finalizzato alla risoluzione repentina delle problematiche presentate.

  1. Nuovi Sportelli di Microcredito in apertura

In seguito ai grandi risultati ottenuti a livello nazionale, la Rete Sportelli e Territorio continua a crescere in maniera esponenziale.

Al primo marzo 2022 si contano 134 Sportelli presso Comuni, Centri per l’Impiego, Comunità montane, Università, Camere di Commercio ed Enti Privati dislocati con circa 220 operatori, già dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni coinvolte, e 451 tutor a livello nazionale.

L’apertura di uno Sportello richiede un iter procedurale elaborato dall’ENM; tra la documentazione richiesta è presente il Modulo di Verifica dei Requisiti Minimi, un verbale che raccoglie tutti i dati caratteristici dello Sportello con l’obiettivo di attestarne l’idoneità per l’apertura. La raccolta dati preventiva è fondamentale anche per definire i Responsabili (funzione gestionale) e gli Operatori (funzione informativa) di Sportello designati con delibera dalla Pubblica Amministrazione o dall’Ente Privato.

Successivamente all’invio del Modulo, verrà concordato un giorno in cui il Responsabile Area Sportelli e Territorio effettuerà il sopralluogo finalizzato ad un certosino controllo di quanto dichiarato; l’esito di tale controllo sarà poi determinante per sancire l’apertura o meno dello Sportello.

Nel mese di marzo sono stati effettuati una serie di sopralluoghi, in seguito alla Manifestazione d’Interesse di vari Comuni ed Enti Privati, che contribuiranno ulteriormente all’espansione della Retemicrocredito su tutto il Territorio Nazionale.

La copertura di diverse località italiane permetterà, inoltre, di creare nuove collaborazioni con banche e istituti di credito non ancora convenzionati con l’ENM, cercando soprattutto di trasmettere la vera importanza dello strumento di microcredito nello sviluppo economico e sociale del territorio.

3.1 Lo Sportello Roma Capitale di Via Goito

Negli uffici del Comune di Roma in Via Goito n. 35 è presente uno Sportello Territoriale per il microcredito istituito in seguito ad un Protocollo d’Intesa tra l’ENM e il Comune di Roma.

La mission è quella di promuovere e sviluppare programmi di microcredito, educazione finanziaria e cultura d’impresa nell’ottica di sostenere il tessuto economico e sociale della città, soprattutto in seguito ai problemi causati dall’emergenza sanitaria. In questo modo Roma Capitale ha saputo dimostrare di essere al fianco di coloro che non possono offrire garanzie alle banche e agli istituti di credito.

Alla base dell’iniziativa c’è la creazione di un Fondo per il microcredito, stanziato nel bilancio del Campidoglio, pari a 3 milioni di euro grazie al quale è stato possibile istituire il Microcredito Sociale, promosso nei confronti dei residenti di Roma. Il finanziamento (per un ammontare di spesa incluso tra i 5000€ e i 10000€) è destinato all’acquisto di beni o servizi necessari al soddisfacimento di bisogni primari del richiedente o di un membro del proprio nucleo familiare.

Lo Sportello nasce a Roma con la finalità principale di far sentire il cittadino al sicuro, offrendo un’alternativa ai soggetti e alle attività che più di altre hanno risentito della crisi e che potrebbero cedere a soluzioni illegali.

I cittadini possono rivolgersi allo Sportello, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00,

tramite lo 060606 per ottenere informazioni e supporto sui prodotti di microcredito imprenditoriale e sociale. Inoltre, la sua funzionalità ha permesso di creare nuove sinergie, ampliando l’offerta di microcredito su tutto il territorio romano.

Questa apertura è motivo di grande orgoglio per l’Ente Nazionale per il Microcredito, nonché una grande possibilità di contribuire alla ricostruzione del tessuto sociale di Roma, la Capitale d’Italia.

Print Friendly, PDF & Email
© 2019 Rivista Microfinanza. All Rights Reserved.