Print Friendly, PDF & Email

Massimo Troisi Presidente del Consiglio di Gestione dell’Elenco Nazionale Obbligatorio Tutor

la funzione deitutor nell’ambito del microcredito imprenditoriale L’articolo 111 del Decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 395, stabilisce che i finanziamenti di microcredito siano accompagnati dalla prestazione di servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio ai soggetti finanziati. Questi servizi, come stabilito dall’articolo 3 del Decreto Ministeriale 17 ottobre 2014, n. 176, possono essere affidati dal soggetto finanziatore a soggetti specializzati in tale attività: i cosiddetti Tutor, operatori in servizi non finanziari ausiliari di assistenza e monitoraggio per il microcredito. Questi svolgono la funzione essenziale di sviluppare le capacità personali e auto-imprenditoriali dei soggetti che richiedono l’accesso allo strumento del microcredito; rafforzare i rapporti fiduciari tra beneficiari e operatori finanziari, con l’obiettivo di aumentare il tasso di inclusione finanziaria e di contenere i tassi attesi di insolvenza; incentivare l’autoimprenditorialità, dispiegando in tal modo le reali potenzialità dello strumento microcredito e della garanzia pubblica ad esso associata. Le buone pratiche di tutoraggio svolte fin dalle fasi iniziali del procedimento di finanziamento possono costituire l’elemento decisivo per la riuscita dell’idea imprenditoriale, così come il monitoraggio successivo all’erogazione del finanziamento, se tempestivamente svolto, rappresenta un utile correttivo alle criticità che possono manifestarsi soprattutto nei primi tre anni di ammortamento del finanziamento. Tra i compiti istituzionali dell’Ente Nazionale per il Microcredito vi è quello di vigilare sull’attività dei Tutor mediante la tenuta e l’aggiornamento dell’Elenco Nazionale obbligatorio degli operatori in servizi non finanziari ausiliari di assistenza e monitoraggio per il microcredito, Elenco previsto dall’articolo 13, comma 1 bis, del decreto-legge n. 193 del 2016. Gli iscritti nell’Elenco nazionale obbligatorio: la Sezione persone fisiche e la Sezione soggetti diversi dalle persone fisiche Nel mese di marzo 2021 si è proceduto alla pubblicazione nel sito dell’Ente Nazionale per il Microcredito dell’Elenco. Nell’Elenco sono stati iscritti di diritto 403 Tutor di Microcredito, 300 nella sezione Persone Fisiche e 103 nella sezione Soggetti Diversi dalle Persone Fisiche; in particolare, 394 di questi hanno sottoscritto uno specifico contratto che consente di assistere richiedenti finanziamenti presso gli istituti finanziari che hanno, a loro volta, firmato convenzioni con l’ENM. Alla data del 1° settembre 2021 i Tutor complessivamente iscritti nell’Elenco risultano 633, di cui 498 nella sezione Persone Fisiche e 135 nella sezione Soggetti Diversi dalle Persone Fisiche. Considerando i Tutor iscritti nella sezione “Persone fisiche” e i Responsabili dei Servizi ausiliari nella sezione “Soggetti diversi dalle persone fisiche”: - il 23% è di genere femminile ed il 77% di genere maschile; - l’età media è di 47 anni; - 578 Tutor non si avvalgono di collaboratori, mentre per i restanti 55 sono censiti 260 collaboratori. In particolare, gli iscritti nella sezione “Persone Fisiche”: - Il 46,59% appartiene ad un Ordine Professionale, prevalentemente a quello dei Commercialisti ed Esperti Contabili con una percentuale del 37,15%; - Il 7,02% è invece iscritto in altre liste (Organismo, Albo, Registro o Elenco); la presenza sul territorio Grazie all’attività istituzionale svolta dall’ENM, la presenza dei Tutor sul territorio nazionale è capillare. Nella Tabella 1 è riportata la distribuzione per Regione degli iscritti nell’Elenco come Operativi, sulla base della residenza dichiarata (nel caso delle persone fisiche) e della sede legale (nel caso dei soggetti diversi dalle persone fisiche). Più nel dettaglio, analizzando esclusivamente le aree di competenza geografica dichiarata dai 425 Tutor iscritti nell’elenco come Operativi ed abilitati a collaborare con ENM e con gli istituti bancari con esso convenzionati, emerge che i servizi non finanziari ausiliari di assistenza e monitoraggio per il microcredito possono essere erogati in ogni regione d’Italia da parte di operatori specializzati; in particolare 22 Tutor hanno dato la disponibilità di operare sull’intero territorio nazionale. la distribuzione territoriale delle pratiche di microcredito La distribuzione territoriale delle pratiche di microcredito a valere sul Fondo di Garanzia PMI, fornita da Mediocredito Centrale alla data del 30 giugno 2021, è la seguente: Da questi dati si può evincere una stretta correlazione tra la presenza sul territorio dei Tutor ed il ricorso a finanziamenti di microcredito, con Lazio e Campania come Regioni a maggiore incidenza sia in termini di Tutor iscritti nell’Elenco sia in termini di operazioni accolte. Un importante indicatore della incisività delle buone pratiche messe in atto dai tutor è l’indice di default dei soggetti beneficiari di finanziamento di microcredito. Tale parametro è particolarmente rilevante se osservato nei primi anni dalla concessione del finanziamento stesso, periodo nel quale un corretto accompagnamento da parte del tutor già nella fase di valutazione della sostenibilità del progetto imprenditoriale consente di abbattere i rischi di insolvenza. l’attività di formazione Il comma 1 ter dell’articolo 13 del decreto- legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225, assegna all’ Ente Nazionale per il Microcredito il compito di svolgere una periodica attività di formazione, supporto nell’attuazione di modelli operativi e monitoraggio in favore degli operatori iscritti nell’Elenco. Attualmente l’Ente propone i seguenti moduli formativi: - Corso di Orientamento per sostenere la prova valutativa propedeutica all’iscrizione nell’Elenco nazionale obbligatorio degli operatori in servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio del microcredito (Art. 19 Linee Guida), della durata di circa 7 ore, ed erogato in modalità da remoto ed asincrona. È stato utilizzato per le sessioni valutative 2020 e 2021. - Corso di formazione per i Tutor già iscritti nell’Elenco, che desiderano collaborare con ENM nell’ambito delle convenzioni sottoscritte con il sistema bancario. Il modulo formativo, della durata di 8 ore, erogato in presenza, o in streaming sincrono in ragione delle disposizioni di ordine sanitario, è suddiviso in due sessioni formative di quattro ore ciascuna, dove tra la prima e la seconda sessione sono previste delle esercitazioni pratiche da svolgere a casa sul modello che verrà somministrato come test di auto valutazione al termine della seconda sessione. Il modulo ha la sostanziale finalità di un fine tuning sui modelli di gestione dell’Ente da erogare in un periodo immediatamente successivo all’iscrizione all’Elenco. Si tratta di un modulo formativo che può essere selezionato da quei tutor che desiderano collaborare in via diretta con l’Ente nell’ambito delle convenzioni sottoscritte con il sistema bancario. - Modulo di specializzazione per il microcredito rurale. Formazione specialistica, in presenza, o in streaming sincrono in ragione delle disposizioni di ordine sanitario, somministrata ai tutor già contrattualizzati ENM, che hanno già fruito del corso per la collaborazione diretta con ENM. Il modulo, della durata di 3/4 ore, è rivolto essenzialmente all’apprendimento del modello di valutazione utilizzato da Rete Rurale del MIPAAF per le aziende agricole e delle disposizioni operative del Fondo ISMEA. - Modulo di formazione per il microcredito sociale. Formazione specialistica che viene somministrata in presenza, o in streaming sincrono in ragione delle disposizioni di ordine sanitario, ai tutor iscritti nell’elenco ENM, non necessariamente contrattualizzati per il microcredito imprenditoriale. Il modulo si articola sulla durata di 2 ore, nel caso di tutor già contrattualizzati, e di 3 ore per gli altri. 50 MICRofINANzA - Seminari di formazione dedicati agli intermediari finanziari che erogano microcredito. Formazione somministrata in presenza, o in streaming sincrono in ragione delle disposizioni di ordine sanitario, rivolta agli operatori finanziari contrattualizzati con ENM per l’erogazione dei servizi ausiliari. Il corso è della durata di 2/3 ore. - Corso di aggiornamento per i Tutor contrattualizzati ENM. Formazione di aggiornamento somministrata in presenza, o in streaming sincrono in ragione delle disposizioni di ordine sanitario, ad oggetto i modelli operativi ENM, la normativa di settore, le modifiche delle disposizioni operative MCC e i loro riflessi sul microcredito e la compilazione dell’Allegato 4 MCC. Il modulo è stato realizzato, ma non ancora erogato, e prevede una durata di circa 3 ore. il monitoraggio sulle attività Altro importante aspetto dell’attività dei Tutor, previsto dalla normativa sul microcredito, è quello di effettuare dei monitoraggi periodici sull’andamento delle attività imprenditoriali che hanno usufruito di un finanziamento di microcredito. L’articolo 3 del Decreto ministeriale 17 ottobre 2014, n. 176, stabilisce altresì che al beneficiario del finanziamento di microcredito debbano essere prestati, nella fase istruttoria e nel corso del rimborso, almeno due dei sette servizi ausiliari di indirizzo e monitoraggio previsti dalla stessa norma. Le Linee guida per l’iscrizione nell’Elenco nazionale obbligatorio forniscono indirizzi ulteriori su quali servizi è opportuno che siano prestati nella fase istruttoria e quali nella fase di rimborso. Sono altresì specificati ulteriori servizi ausiliari che possono essere erogati in base alle necessità del beneficiario. la sorveglianza disciplinare L’attività del Tutor è caratterizzata dal rispetto di regole definite nelle Linee Guida e nel Codice deontologico tese a garantire la funzione sociale svolta nei confronti di soggetti che presentano difficoltà nel raggiungere canali di credito ordinario e che quindi presentano una maggiore difficoltà ad interloquire con gli Intermediari finanziari. La verifica del rispetto delle regole deontologiche è compito precipuo del Consiglio di gestione dell’Elenco nazionale. Nel caso vi sia notizia di una presunta violazione del Codice deontologico, vengono espletati dagli Uffici dell’ENM accertamenti preliminari circa la fondatezza delle violazioni e qualora emergano dei riscontri oggettivi, del procedimento viene investito il Consiglio di gestione. Il Consiglio procede al contraddittorio con l’interessato e, qualora accerti la fondatezza della violazione, alla irrogazione di provvedimenti disciplinari. Da ottobre 2019, data di insediamento del Consiglio, sono stati espletati tre procedimenti, di cui due conclusisi con l’irrogazione di un richiamo scritto ed uno con l’archiviazione. la sezione intermediari finanziari vigilati Una apposita Sezione dell’Elenco nazionale è dedicata agli intermediari finanziari vigilati dalla Banca d’Italia che erogano microcredito prestando in via diretta i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio. In questa sezione, che riveste carattere informativo, sono censiti i gli istituti presenti nella Tabella 4, i quali gestiscono il 16,48% del totale delle pratiche accolte dal Fondo di Garanzia MCC

Print Friendly, PDF & Email
© 2019 Rivista Microfinanza. All Rights Reserved.